Presentazione servizio scuole superiori (Verona)

Caro professore,

Egregio Dirigente Scolastico,

continuerà, come negli scorsi anni, la nostra offerta formativa che vogliamo proporvi per contribuire alla crescita dei vostri studenti.

 

1 - PROGETTO “Potenziamento delle competenze di cittadinanza globale: legalità, giustizia, realtà carceraria & stimolo alla solidarietà”.

Il percorso più importante e completo che ti proponiamo è il nostro collaudato Corso di “Potenziamento delle competenze di cittadinanza globale: legalità, giustizia, realtà carceraria & stimolo alla solidarietà” indicato per gli allievi del quarto o quinto anno. Si consiglia una partecipazione di 20/30 allievi per corso; in caso contrario si cercheranno degli accorpamenti fra scuole vicine.

Il corso è articolato nel seguente modo:

  • Le regole: necessità e conseguenze del mancato rispetto.            2 ore
  • Primo approccio con la realtà: proiezione di un film.                2 ore
  • La giustizia e la sua amministrazione: cosa avviene prima di entrare in carcere (Polizia o Carabinieri, Magistrato, Avvocato).   2 ore
  • La giustizia e la sua amministrazione: il carcere e le alternative alla pena. Come si rientra nella vita normale  (detenuto, UEPE)      2 ore
  • il volontariato carcerario (detenuto, volontari nostri partner e cooperative sociali).                                                                        2 ore

Forti dell’esperienza maturata, la nostra proposta di corso potrà essere completata con l’incontro con la realtà carceraria di Vicenza che ha riscosso piena soddisfazione di ragazzi, docenti e dirigenti che vi hanno aderito ritrovando lo spirito che fece nascere, tanti anni fa, il progetto “Carcere & Scuola” nello storico carcere del Campone (preso atto che ora non abbiamo più la possibilità di continuarla in quello di Montorio).

Ricordiamo che l’unico limite è rappresentato dal fatto che in quella sede c’è solo la sezione maschile e pertanto, il gioco e confronto con i detenuti sarà riservato ai soli studenti maschi.

Le ragazze potranno comunque entrare e partecipare in pieno alla prima fase della giornata (che inizia alle 9.30/10.00 del mattino e termina col pranzo) incontrando le figure professionali che operano in carcere e detenuti, apprendere come avviene l’ingresso in carcere, com’è fatta una camera di detenzione e disposta una sezione. Nel primo pomeriggio, mentre i maschi si confrontano con i detenuti in un’attività sportiva (che termina col famoso “terzo tempo”) le tue allieve potranno, nell’attesa, approfondire qualche argomento assieme ai volontari della nostra associazione o assistere, in base alla disponibilità della Polizia Penitenziaria, alla presentazione dei mezzi utilizzati per le traduzioni.

Continuiamo a credere fortemente che nei luoghi di sofferenza dovrebbero essere proibite le “visite”: o si va per fare qualcosa, per essere, in qualche modo, utili o si sta fuori.

Alleghiamo alla presente il “Progetto Carcere/Scuola/Csi di Vicenza" in modo che tu sappia da subito come e cosa preparare per fruire di questa possibilità.

Se la trasferta si presentasse problematica o impossibile per svariate ragioni, l’entrata in carcere potrebbe anche essere “virtuale” attraverso un filmato da noi appositamente realizzato con il contributo del C.S.V. di Verona e che potrà soddisfare non la curiosità ma la voglia di capire e di riflettere dei ragazzi su come sia fatto e organizzato un carcere.

Intendiamo poi segnalarti da subito che per non lasciare spazio solo alle parole, durante il corso sarà chiesto agli allievi di individuare delle “azioni di legalità” e delle “azioni di solidarietà” da compiere durante l’anno scolastico: avrai così modo di accertare che la legalità e la solidarietà diventino, almeno in alcuni comportamenti, virtuose abitudini così come sostiene la dott. Maria Pia Fontana nello scritto che alleghiamo.

In ogni caso ti prego di prendere quanto prima contatti con l’Associazione, nella persona del presidente, per ricevere le indispensabili informazioni e potervi attivare quanto prima per rendere possibile l’esperienza.

 

1- POSSIBILI COSTI

Poiché siamo un’organizzazione di volontariato che si basa sull’impegno e la propositività di giovani, per noi è importante ricevere sostegno per le attività che vi proponiamo.

Nel caso in cui non ricevessimo alcun sostegno per le nostre attività che ti proponiamo, la scuola dovrà necessariamente accollarsi le spese vive per cancelleria e fotocopie, ai docenti sarà richiesta l’elaborazione dei dati raccolti dagli allievi che, in alternativa, potrà essere svolta da uno dei nostri giovani collaboratori al quale dovrà essere corrisposto un contributo economico.

In ogni caso, se la tua scuola è fuori città, prevediamo un rimborso chilometrico per un’auto al costo di € 0,26/km.

Per facilitare i lavori e interagire in modo più approfondito con i ragazzi, è possibile avvalersi della presenza di una professionista esterna psicologa, che collabora con la nostra associazione. In tal caso ci sarà, per la scuola, un costo da sostenere che saremo in grado di determinare all’accettazione della tua richiesta.

 

2.- ALTRE PROPOSTE

Non si escludono possibili approfondimenti a vostra scelta e che potremo concordare, di volta in volta, con gli insegnanti interessati.

Si sta preparando, ad esempio, e potrebbe essere pronto per il prossimo anno scolastico, un approfondimento storico - filosofico sulla pena e la sua funzione a cura di un professore che ha dato la propria disponibilità a collaborare con noi.

Ci impegniamo a rimanere a vostra disposizione per una serie di attività che riassumiamo:

  • aiuto nell’organizzazione di incontri nelle giornate dello sport su temi quali: sport e droga, sport e criminalità organizzata, sport e disordini (il daspo). Bisognerà prenotarsi al più presto;
  • assemblee (classe o corso - massimo un centinaio di persone) su temi quali: la giustizia, il carcere o altri similari di tua scelta;
  • organizzazione di cineforum o serie di proiezioni (giustizia, pena, mafie, casi recenti – alcuni titoli sono reperibili sul nostro sito) che saranno, come il solito, presentati e seguiti da esperti;
  • quant’altro è possibile fare per educare i tuoi ragazzi alla legalità e alla presa di coscienza/conoscenza dei problemi carcerari.

Vogliamo porre l’accento sulla completezza e la varietà di soggetti che siamo in grado di coinvolgere con le nostre proposte, ma anche il fatto che siamo l’unica realtà formativa che restituisce alla scuola un ricco pacchetto di informazioni che costituiscono un prezioso feed - back da poter utilizzare autonomamente.

Non solo, tutti i corsi sono valutati da allievi e insegnante coordinatore e, tutti quelli fatti finora, hanno ottenuto il gradimento di entrambi, ma soprattutto hanno raggiunto dei risultati oggettivi molto buoni che sono pubblicati sul nostro sito.

Ti proponiamo anche di aderire a LIBERA – Nomi e numeri contro le mafie per costruire un gruppo omogeneo, che operi, in accordo col coordinamento provinciale di Libera, in preparazione della giornata del 21 marzo 2020. Sul sito di LIBERA troverete come aderire come scuola.

Le adesioni dovranno pervenire, tramite la scuola, direttamente all’indirizzo dell’Associazione Progetto Carcere 663 Via Tagliamento 8 - 37125 Verona – telefono 045 914150 (con segreteria telefonica). 

L’indirizzo di posta elettronica è: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si può far riferimento anche al sito “progetto carcere663.org”.

Vi invitiamo a mettervi in contatto con noi se ritenete che ci sia la necessità di approfondire qualche altro tema. Studieremo assieme quali potrebbero essere le migliori soluzioni che rispondono alle attese della tua scuola.

Nella speranza di essere sempre al vostro fianco per il bene dei giovani, per quanto ci è permesso e ci sarà possibile, ti salutiamo cordialmente.

Verona, 8 giugno 2019

 

Organizzazione di Volontariato

PROGETTO CARCERE 663

Acta non Verba - Odv

maurizio ruzzenenti

PARLANO DI NOI

   

TRASPARENZA E BILANCI

   

ASSOCIAZIONI AMICHE

 

 

I NOSTRI SOSTENITORI

     

CONTATORE ACCESSI AL SITO

Visite agli articoli
384651